Invito – evento online Lunedì 25 gennaio 17.30 (ora italiana)

Appuntamenti con la cultura israeliana in Italia

In occasione del Giorno della Memoria 2021 siamo lieti di invitarvi
all’evento online: “Israeli Languages of the Holocaust” con la partecipazione di Yishai Sarid, Vardi Kahana,Tamar Tal-Anati

saluti

Piero Capelli (Università Ca’ Foscari di Venezia)

Maya Katzir (Addetta Culturale – Ambasciata di Israele in Italia)

moderano

Dario Miccoli (Università Ca’ Foscari di Venezia)

Marcella Simoni (Università Ca’ Foscari di Venezia)

Lunedì 25 gennaio 17.30 (ora italiana)

Link zoom

One family. My mother Rivka and my children Gil and Roni, 2003

Un evento speciale organizzato dall’Università Ca’ Foscari di Venezia in collaborazione con l’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia: tre grandi artisti israeliani dialogano sui temi della
creatività, memoria, arte, Israele oggi e sui diversi modi di narrare l’Olocausto. L’incontro si terrà in lingua inglese e sarà trasmesso sulla piattaforma zoom e in diretta sulla pagina Facebook /Cultura
Israeliana in Italia info

Yishai Sarid, nato nel 1965 a Tel Aviv, Sarid è noto per i best-seller internazionali Il poeta di Gaza /(E/O 2012) e /Il terzo Tempio /(Giuntina 2018). Il suo ultimo intenso romanzo /Il mostro della memoria (E/O 2019) è una profonda riflessione sulla Shoah e sulla sua percezione nella società israeliana contemporanea.

Vardi Kahana, fotografa israeliana nata a Tel Aviv nel 1959. Ha iniziato la sua carriera negli anni Ottanta lavorando per alcune riviste e importanti quotidiani israeliani. Negli ultimi anni i suoi lavori sono stati
esposti in numerose mostre personali in celebri location internazionali tra cui la /Public Library /di Amsterdam, /l’Academy of Arts/ di Berlino e il /Contemporary Jewish Museum /di San Francisco.

Tamar Tal-Anati, regista e documentarista vincitrice di prestigiosi premi internazionali tra cui l’Israeli Fim Accademy per il suo documentario /Life in Stills del 2012. Autrice del docufilm di successo /Shalom Italia (2016): la storia di tre fratelli appartenenti alla famiglia fiorentina Anati (padre e zii della regista) che da Israele tornano in Italia dopo oltre settant’anni alla ricerca della grotta in cui si rifugiarono nel 1943.

Musanews