Menu

News da Amzi, 22 maggio 2017

News da Amzi, 22 maggio 2017

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica a Israele amzi, 22 maggio 2017

1. Lasciare spazio a Dio

2. Ebrei in Turchia

3. Energia elettrica e acqua

4. Ad aprile il turismo ha raggiunto livelli da record

5. Link della settimana

1. Lasciare spazio a Dio

Israel Pochtar, Comunità messianica Beth Hallel, Ashdod

La gita evangelistica a Gerusalemme con 500 ospiti è stata toccante per tutti i presenti. Abbiamo iniziato con un incontro comune a Gerusalemme, prima di dividerci in gruppi per la visita ai vari siti biblici. Dopo il messaggio abbiamo invitato la gente ad alzarsi e ad affidare la propria vita a Jeshua e la maggioranza si è alzata, tanto i ragazzi quanto gli adulti. Per i più giovani abbiamo organizzato una scuola domenicale (con l’approvazione dei genitori). Hanno ascoltato le storie bibliche con grande interesse e hanno eseguito dei lavoretti manuali. Alla fine nessuno di loro voleva più andare via. Dopo l’evento abbiamo sentito delle bellissime testimonianze. C’era una donna che in seguito a un intervento chirurgico alla schiena da un anno ormai non era più riuscita a dormire bene dai dolori. Dopo la mia preghiera ne è stata liberata. Questo è uno di numerosi esempi che dimostrano l’importanza della preghiera. Non conosciamo le persone e non sappiamo quale opera Dio abbia già iniziato in loro. Dobbiamo lasciare spazio a Dio perché possa agire e dobbiamo seminare la sua Parola. Ora il nostro team si trova ad affrontare il grande lavoro di cura dei rapporti con tutte queste persone. Abbiamo invitato tutti a un picnic in cui spiegheremo i prossimi passi di una vita con Dio. Infine svolgeremo un corso Alfa. Grazie tante per le vostre preghiere!

2. Ebrei in Turchia

David Zadok, Casa editrice messianica HaGefen

Oggi in Turchia vivono circa 17'000 ebrei. Sono considerate persone „non raggiunte“ e nel loro paese c’è carenza di materiale evangelistico. Qualche tempo fa qualcuno ci ha chiesto di aiutare a pubblicare un libriccino evangelistico per la popolazione ebraica di lingua turca. Abbiamo accettato la sfida e abbiamo eseguito la traduzione e la stampa con l’aiuto di amici a Izmir. Da allora sono state spedite centinaia di copie alle chiese della regione in cui vivono gli ebrei. Circa un mese e mezzo fa uno dei pastori mi ha chiamato per chiedere se potessi parlare con un giovane ebreo che da qualche tempo frequenta la loro comunità e ha cominciato a subire l’opposizione del suo rabbino. Qualche ora dopo abbiamo avuto una conversazione in tre tramite internet e abbiamo parlato degli aspetti ebraici dell’evangelo. Pregate per questo giovane, che continui a frequentare la chiesa e si lasci influenzare dalla Parola di Dio. Abbiamo stampato anche una versione in persiano del libro “Tradito” e ne abbiamo spedito delle copie alla comunità iraniana di Antalya. Il libro è una benedizione per le persone che vengono alla fede e provengono da un ambiente non cristiano. Gente dall’Iran usufruisce così di un libro proveniente da Israele!

3. Energia elettrica e acqua

Lifegate, Istituto cristiano per bambini e giovani portatori di un handicap fisico o mentale a Beit Jala presso Betlemme

Nell’edificio Lifegate è stato installato un impianto antincendio con „sprinkler“, sifoni ed estintori. Questo sistema viene rifornito d’acqua dalle nostre cisterne idriche (900 m^3 ) in cui teniamo sempre una certa quantità d’acqua di riserva. Da tali cisterne l’acqua deve essere portata con una certa pressione in tutti i condotti, per cui è necessario un efficiente sistema di pompe. Che cosa ha a che fare tutto questo con l’energia elettrica? Il locale servizio di protezione civile ha obbligato la ditta palestinese, che fornisce l’energia elettrica, a mettere a disposizione di Lifegate solo la metà della corrente elettrica richiesta e necessaria per l’edificio, finché il sistema antincendio non sarà completamente installato. Ora il sistema è stato installato ma mancano le pompe (del costo di ben 44’000.- Euro) per metterlo in funzione. La città gemellata con Beit Jala – Bergisch Gladbach – è riuscita con nostra grande gioia a convincere la fondazione Bethe, che vi ha sede, a raddoppiare i doni che riusciamo a raccogliere per Lifegate. Ora stiamo cercando i mezzi finanziari per completare l’impianto antincendio nell’edificio Lifegate e così ricevere la corrente elettrica necessaria anche per le nostre officine.

4. Ad aprile il turismo ha raggiunto livelli da record

Il mese di aprile 2017 il settore del turismo israeliano ha registrato un massimo storico: 374’000 turisti hanno visitato il paese, la cifra massima di visitatori in un solo mese da quando è stato fondato Israele. Fra gennaio e aprile 2017 1,09 milioni di turisti hanno pernottato in Israele, il 28% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. I visitatori vengono da ogni parte del mondo. I tre paesi da cui proviene il maggior numero di visitatori, quest’anno sono gli USA, la Russia e la Francia. La Germania si situa al quarto posto. La crescita maggiore nel numero dei visitatori riguarda la Cina che finora è stata al settimo posto. Nei primi quattro mesi del 2017, il numero dei turisti cinesi è più che raddoppiato rispetto all’anno scorso. Al momento una comitiva di amzi sta visitando Israele (18-28 maggio) sotto la guida di Martin e Uta Rösch. Preghiamo per la protezione dei viaggiatori, una buona comunione e degli incontri interessanti.

5. Link della settimana

Jaffasul Mar Mediterraneo

 <http://www.amzi.org/>

https://youtu.be/4Y5KyEFC4

Torna in alto