Menu

News da Amzi,30 maggio 2017

News da Amzi,30 maggio 2017

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica a Israele amzi, 30 maggio 2017

1. Sotto pressione

2. Scaffali vuoti

3. Sopravvisuti all’olocausto vivono nella miseria

4. Invito sorprendente

5. Link della settimana

1. Sotto pressione

Albert, anziano della Comunità Nachalat Jeshua, Beersheva, abita a Dimona/ Tante grazie per tutte le preghiere per la situazione molto tesa che stiamo vivendo a Dimona. Nei giorni scorsi non ci sono più state manifestazioni davanti alla nostra casa. Ieri sera un rabbino locale ha tentato di organizzarne una ma evidentemente non ci è riuscito. Abbiamo dei buoni contatti con la polizia ma ci sembra che anche lì si senta la pressione dei religiosi. Anche la pressione esercitata sui locatori, perché diano lo sfratto ai locatari messianici, è enorme. Pregate per la polizia e le autorità perché restino fermi in una posizione fedele alla legge. Pregate anche per il nostro fratello in fede Shalom che è molto debole perché deve sottoporsi a una chemioterapia. Durante un viaggio in autobus a Beersheva, alcune persone gli hanno sputato addosso e hanno urlato „nozri, nozri“ („cristiano, cristiano“). Un rabbino è stato citato da un giornale locale: „Se Shalom si converte dalla sua via cristiana e si pente pubblicamente, lo inviterò a casa mia, lo abbraccerò e mangerò con lui la sera stessa.“ Pregate per Shalom.

2. Scaffali vuoti

Najeeb e Elizabeth Atteih, Libreria arabo-cristiana Immanuel, Haifa

Come sapete, la nostra libreria è un servizio evangelistico molto importante e necessario in questa zona. Abbiamo tuttavia il problema che i nostri scaffali di libri si sono nuovamente svuotati e ci serve il vostro aiuto per poterli riempire. Dato che i libri teologici in arabo, richiesti da noi e dai nostri clienti, non sono prodotti in Israele, dobbiamo ordinarli in Egitto. Lì sono disponibili varie Bibbie in arabo, da quelle rilegate in pelle con la chiusura lampo a quelle per bambini e quelle molto economiche che distribuiamo gratuitamente. I libri costano meno lì. Najeeb vorrebbe recarsi in Egitto per conoscere personalmente alcuni editori. Perché ciò sia possibile sono necessari circa 9000 Euro. Una volta acquistati i nuovi libri, vorremo organizzare una mostra della Bibbia e del libro nella sala della comunità armena qui vicino e raggiungere un pubblico più ampio. Non siamo primariamente dei commercianti di libri bensì degli evangelisti!

3. Sopravvisuti all’olocausto vivono nella miseria

Chaim Barak, Love to the Needy (Aiuto per i bisognosi)

In Israele 60'000 sopravvissuti all’olocausto vivono sotto la soglia della povertà, ossia un terzo di tale gruppo della popolazione. Il 78 per cento di queste persone ha vissuto il ghetto, i campi di concentramento e di sterminio. Molti di loro sono arrivati in Israele senza famiglia e non soffrono solo per la miseria ma anche di solitudine. Poco tempo fa abbiamo distribuito a Haifa 300 pacchi contenenti articoli per l’igiene a queste persone preziose. Al centro di distribuzione, il responsabile ci ha raccontato che erano rimasti talmente pochi articoli per l’igiene che aveva pensato di acquistarne altri pagandoli di tasca propria. Siamo riconoscenti di poter contribuire perché queste persone ricevano un po’ di aiuto e di dignità.

4. Invito sorprendente

Erez Soref, One for Israel

Di recente ho avuto il piacere di partecipare a una manifestazione all’ambasciata britannica insieme con altri capi spirituali israeliani. Era un ricevimento in occasione della visita dell’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, in Israele. È stato un onore inaspettato perché gli ebrei messianici in Israele non sono né ufficialmente riconosciuti né accettati. L’invito è seguito a un incontro, donato da Dio, fra un rappresentante dell’ambasciata e la moglie di un membro del nostro team alcuni giorni prima. Per me è stato molto importante che a un evento di questo tipo partecipasse un rappresentante degli ebrei messianici. Fra gli ospiti era presente anche Canon Hatem Shehadeh, un fratello in fede arabo che ha conseguito il master come pastore da noi, all’Israel College of the Bible, e Victor Kalisher, un altro ebreo messianico e direttore della Società Biblica a Gerusalemme.

5. Link della settimana

Profezie messianiche (ebraico con sottotitoli in inglese)

<http://www.amzi.org/>

https://youtu.be/yzaeD6PKyhg

Torna in alto