Menu

Relazione viaggio in Har Hevron delegazione EDIPI In evidenza

Relazione viaggio in Har Hevron delegazione EDIPI

Israele, 29 aprile 2018.

Per la prima volta nella storia in Israele, nella Regione di Har Hevron, in Giudea, si è svolta la manifestazione chiamata: "Figli di Abrahamo", con Cristiani di differenti denominazioni, provenienti da diverse parti del mondo.

Perché l’incontro “Figli di Abrahamo”?

Perché Abrahamo è prima dell’Ebraismo, che nasce con Giacobbe ed i suoi 12 figli..

{Gen 12:3 Benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà, e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra». Gen 28:14 La tua discendenza sarà come la polvere della terra e tu ti estenderai a occidente e a oriente, a settentrione e a meridione, e tutte le famiglie della terra saranno benedette in te e nella tua discendenza.}

Come si può spiegare a chi non c'era il momento straordinario, intenso e unico che abbiamo vissuto nel sito su di una collina di Har Hevron?

Qui Padre Abrahamo intercedette per la prima volta nella Bibbia, per il genere umano, in un straordinario dialogo faccia a faccia con Dio. Per le città di Sodoma e Gomorra, storia narrata in Genesi al capitolo 18.

Siamo stati testimoni di un miracolo di diplomazia, che è stato reso possibile dalla presenza di Dio nei cuori degli organizzatori e dei partecipanti. Ebrei e Cristiani si sono dati appuntamento per stare insieme, in concomitanza con l'anniversario della nascita dello STATO di ISRAELE  che quest'anno festeggiava i 70 anni di vita, (1948-2018), per il primo di una serie di eventi commemorativi e profetici, che si terranno ogni anno.

Fino a quando non si vedranno realizzate le profezie citate in Amos 9:14-15 e Geremia 30:1-4

Siamo stati testimoni di un tempo di accelerazione, in cui solo chi è ostinato e autosufficiente, non riesce a vedere la predisposizione a compiersi di tante profezie bibliche, come quelle sopra citate, nei tempi avvenire.

L'evento Figli di Abrahamo è stato varato con successo!!!! Con gruppi numericamente consistenti provenienti da 13 nazioni differenti, che rappresentavano:

Italia ?? (Isole comprese)

Francia

Sud Africa

Paraguay

Malta

Brasile

Argentina

Perù

Svizzera

Nepal

Nigeria

Costa D’avorio

Ghana

Tra questi, circa 500 partecipanti, erano presenti apostoli, profeti e pastori di fama internazionale. Tutti uniti per sostenere lo sviluppo della terra che ha visto ungere Davide come Re di Israele, dove ha vissuto per 7 anni prima di trasferirsi a Gerusalemme, dove ci sono inoltre le Tombe dei Patriarchi, oltre sono stati vissuti più di un terzo degli episodi più importanti narrati nella Bibbia.

È stato visitato il sito archeologico di Susya, dove alcuni Ebrei, dopo la distruzione del Tempio, il 70 d.C., si sono trasferiti, ed hanno continuato il culto a YHWH, fingendosi gente del posto, costruendo addirittura una Sinagoga.

Abbiamo visitato la cava di Macpela narrata in Genesi 23, dove Abrahamo una volta comprata, per 400 sicli di Argento, ha sepolto il corpo di sua moglie Sara, successivamente anche lui, Isacco e Rebecca, Giacobbe e Lea, sono stati sepolti, nella stessa tomba, proprietà comprata da Abrahamo che ne attesta la veridicità storica.

Il governatore della Giudea, Mr. Yochai Damari, ha detto a tutti i presenti:  Credo che l’Ambasciata di Har Hevron, organizzatrice dell'evento, siano stati i veri coraggiosi, affrontando innumerevoli difficoltà ed opposizioni. Un grazie particolare per l'organizzazione delle visite ai siti, per essersi presa cura di tutta la logistica e per il pranzo fatto tutti insieme in Har Hevron!

Un grazie ai ragazzi dell'Esercito Israeliano che hanno vegliato su di noi per tutta la durata dell'evento, con l’ausilio anche di un Elicottero, facendoci sentire coccolati e protetti.

Lì tutte quelle persone che hanno adorato e pregato tutte insieme di pari consentimento, hanno detto "SI" alla chiamata di Dio per questo evento straordinario ed altamente profetico.

Ci siamo dati appuntamento per il 23/6/2019 per il secondo evento "Figli di Abrahamo" dove si prevede la presenza di 2.000 persone.

Torna in alto