Menu

Tutte le omissioni di Sergio Romano di Ugo Volli

Cari amici, avete presente la cartina dell'Europa fra il 1919 e il '36? Forse no, ma potete guardarla qui (http://www.tntvillage.scambioetico.org/?act=showrelease&id=156445), se vi interessa: L'Italia aveva l'Istria e un pezzo di Dalmazia, la Francia la Saar, la Polonia comprendeva un bel pezzo dell'attuale Russia e Ucraina, su cui c'era anche un po' di Cecoslovacchia. La Germania aveva perso un pezzo di territorio a favore della Francia, ma teneva quella che oggi è Polonia occidentale e addirittura l'enclave che oggi è Russia, intorno a Kaliningrad (allora Koenigsberg)? Giusto, sbagliato? Difficile dire, le città istriane erano italiane da sempre, A Koenigsberg erano nati…

Sostenere Israele è un gesto d'amore per la vita di Magdi Cristiano Allam

Nella mia vita ho fatto lo studente, il centralinista, il cameriere, il portiere d'albergo, il traduttore, il giornalista, lo scrittore, il politico e, per la prima volta, debutterò oggi in Israele come autore di un testo poetico composto in fantasia lirica dal maestro Nili Harpaz. Si tratta di "A Davide", la dedica che feci al più piccolo dei miei tre figli nato nel 2007, nel libro "Grazie Gesù" pubblicato nel 2008 dopo la mia conversione dall'islam al cattolicesimo. Davide e Israele hanno in comune l'amore per la vita. Entrambi sono riusciti a sconfiggere la minaccia della morte perpetrata da un…

News letter da Amzi 1 Giugno 2012

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica in Israele amzi, 1 giugno 20121. Una giornata regalata2. Vicina „ritrovata“3. Giovani adulti impegnati4. „Ebrei e Cristiani sono inferiori“5. Link della settimana / appuntamenti / tagliando d’ordine 1. Una giornata regalataRachel Netanel, Beth Netanel, GerusalemmeUna comitiva di Svizzeri, che soggiornava a Tiberiade, mi ha invitato peruna presentazione. Così mio marito Gilad ed io ci siamo messi in viaggioverso nord. Giunti al Lago di Genezareth, ci siamo resi conto chel’appuntamento era stato fissato per il giorno successivo, per cui ci siamogoduti una giornata libera, abbiamo fatto un giro per…

News letter da Amzi 24 Maggio 2012

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica in Israele1. Il vostro Dio è un uomo straordinario2. Cerchiamo collaboratori3. Figli nonostante tutto4. Ritorno di I.5. Immigrazione negata 1. Il vostro Dio è un uomo straordinarioAndy Ball, Bibelshop, Tel AvivDurante una delle nostre azioni evangelistiche, un Israeliano ci è venutoincontro dopo averci osservato per qualche tempo da lontano. Aveva notatoche non ci limitavamo a distribuire del cibo ma che ci interessavamopersonalmente dei rifugiati, parlavamo con loro e dimostravamo bontà neiloro confronti. „So chi siete. Distribuite letteratura cristiana“, haosservato senza tono critico. „Il vostro Gesù deve essere pieno…

News letter da Amzi 18 Maggio 2012

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica in Israele.1. Acquisto del tetto2. Grande fame3. Grigliata comunitaria4. Impianto anti-incendio a pioggia per la scuola del Shabbath5. Vietati i contatti con giornalisti israeliani6. Link della settimana 1. Acquisto del tettoErez Soref, Israel College of the Bible, NetanjaVogliamo ringraziare Dio e i nostri amici per averci aiutato a firmare ilcontratto di acquisto per il tetto dell’edificio, di cui possediamo già duepiani, e di averci dato i mezzi per pagarlo. La via per arrivare a questotraguardo è stata lunga, ma in tutto il percorso abbiamo visto come Diodirige i…

Rifiutarsi di ricordare Monaco '72. All'Olimpiade di Londra vince la paura

Di Pierluigi Battista È evidente il motivo per cui il Cio si rifiuta di ricordare con un minuto di silenzio a Londra il massacro olimpico di Monaco '72: la paura. Il terrore di boicottaggi e rappresaglie solo per un minimo gesto di omaggio agli atleti israeliani uccisi quarant'anni fa da un commando di terroristi palestinesi. La preoccupazione di urtare la suscettibilità di chi non vuole riconoscere lo Stato di Israele e dunque non pensa che i morti ammazzati di Israele, uccisi in Germania nel mezzo di una competizione olimpica, debbano essere onorati. La paura, il terrore. Nessun'altra spiegazione plausibile. Un…

news letter da Amzi 11 Maggio 2012

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica in Israeleamzi, 11 maggio 20121. Nuovi credenti: madre e figlia2. Nuovo collaboratore per l’Arca della Pace3. Manifesti con Isaia 53 4. Di ritorno da Israele5. Protesta antimissionaria6. Link della settimana1. Nuovi credenti: madre e figliaMichael e Marianne, Comunità messianica, Rishon LeZionQualche settimana fa un responsabile messianico ci ha chiesto di contattareS., una donna sposata con quattro figli fra i 14 anni e i 18 mesi.Nonostante la sua famiglia sia del tutto atea e secolare, da vari anni leinutre un forte interesse per il Nuovo Testamento ed è alla…

News Letter da Amzi, 13 Aprile 2012

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica in Israele.1. Come acqua fresca2. Persone spaventate3. Ritorno nel Sudan meridionale4. Nuovo studio radio e TV5. L’AP dà la colpa a Hamas per il deficit6. Link della settimana1. Come acqua frescaCorso di discepolato Lech LechaRingraziamo Dio per la sua fedeltà che abbiamo sperimentato durante l’ultimocorso di discepolato. Sebbene i dodici partecipanti fossero molto differentil’uno dall’altro, sia per origine sia per personalità, l’amore, l’unità e ildesiderio di comunione e di crescita è stato percepibile fin dall’inizio. Legiornate sono state dedicate alla lettura della Bibbia, alle lezionipresentate da insegnanti provenienti…

Alle origini dell'imbroglio britannico

Poco tempo fa è stato presentato al pubblico il libretto "Questa Terra è la mia Terra - Mandato per la Palestina", traduzione in italiano di un testo in inglese di Eli H. Hertz. Il libro riporta documenti noti agli storici, ma purtroppo trascurati e probabilmente ignoti anche a molti sostenitori di Israele, che evidenziano gli aspetti legali del popolo ebraico alla terra biblica chiamata in seguito Palestina. Considero quindi molto valida questa iniziativa dell'autore, dei traduttori e dell'editore italiano, e la presenza nel libro di una mia postfazione conferma questa mia valutazione. Ma adesso avverto l'obbligo di una precisazione che…