Menu
Nazario Melchionda

Nazario Melchionda

URL del sito web:

HANUKKA' a Verona il 24 novembre.

Segnaliamo un'interessante iniziativa dell’Associazione Donne Ebree d’ Italia – sezione di Verona della WIZO che ci invita al tradizionale MERCATINO DI HANUKKA’

per DOMENICA 24 novembre: 10.30 – 13.00 / 15.00 – 18.30
e LUNEDI’ 25 novembre: 15.00/18.30

presso la COMUNITA’ EBRAICA DI VERONA – VIA PORTICI 3 TEL: 0458007112

TROVERETE LIBRI, BIGIOTTERIA, OGGETTI DA REGALO, PRODOTTI DEL MAR MORTO, DOLCI, VINTAGE…….
e la LOTTERIA.


Inoltre sempre l'Associazione Donne Ebree d’Italia A.P.S.
Federazione Italiana della WIZO – Sez. di Verona
(www.adeiwizo.org - http://www.adeiwizo.org),
organizza il convegno sul tema:

“La storia degli ebrei di Verona nel Cinquecento
come è emersa dai registri comunitari coevi”

con la relatrice STEFANIA RONCOLATO

L'appuntamento è per lunedì 25 novembre 2013, ore 17,00
presoo la Sala proiezione della Comunità Ebraica
Via Portici, 3 - Verona


*Stefania Roncolato*, nata a Verona nel 1969, vive a Milano. Si laurea
nel 1995 in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Padova
con una tesi dal titolo /I partiti ultraortodossi ebraici nella/
/società israeliana contemporanea/. Nel 1997 vince la borsa di studio
/Golda Meir /per frequentare /The Graduate Year Program /presso
l’Università Ebraica di Gerusalemme. Nel 2006 consegue la laurea /summa
cum laude /in Storia presso l’Università degli Studi di Milano con una
tesi dal titolo /Periplo dell’arte ebraica sulla rotta dell’interdetto
visivo. Sosta curiosa a Verona/, un lavoro dedicato interamente allʼarte
ebraica. Nel 2011 consegue il dottorato in Scienze Storiche nel 2011
presso l’Università degli Studi di Verona con la tesi /La Comunità
ebraica di Verona nel XVI secolo
(1539-1600)/. Ha lavorato come archivista per un decennio presso /Yuval
Italia, Centro di Studi sulla Musica Ebraica /di Milano. Ha collaborato
con la Comunità Ebraica di Verona, lʼArchivio di Stato//di Milano e di
Pavia e con il CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea) di
Milano//per la catalogazione del fondo musicale /Yuval/. Di recente ha
ordinato e trascritto una parte dei documenti di famiglia del Presidente del CDEC, Prof. G. Sacerdoti, e ha  collaborato con lʼartista americano J. Itman per la realizzazione del calendario ebraico 5773-5774 (2013-2014).

MOSTRA a Padova di TOBIA RAVA' - Approccio artistico alla Kabbalà

13 dicembre 2013 – 16 febbraio 2014

“CODICI  TRASCENDENTALI:  תא

Mostra personale di Tobia Ravà

Centro Culturale S. Gaetano di Via Altinate

 

Tobia Ravà, dopo aver sperimentato molti percorsi creativi inerenti al rapporto arte e scienza, dal 1998 ha avviato una ricerca inerente le correnti mistiche dell’ebraismo: dalla kabbalah al chassidismo, proponendo un nuovo approccio simbolico attraverso le infinite possibilità combinatorie dei numeri. La sua ricerca non si deve intendere affatto come riduzione del mistico al misterico, all'esoterico, ma come visualizzazione di una profonda consapevolezza che la mistica è, secondo la definizione di Platone e nel suo senso originario e autentico, saggezza e conoscenza di ciò che è universale.

Saranno esposte a Padova opere con soggetti architettonici mediterranei, le “Vele”, lavori su alluminio specchiante con boschi e vortici, sculture in bronzo e terracotta raffiguranti piante, animali ed assemblaggi, secondo logiche e percorsi storico-filosofici oppure per semplici associazioni mentali.

Sia le composizioni architettoniche, sia quelle a soggetto naturalistico si legano strettamente al contesto culturale veneto. Le opere sono costruite con un fitto tracciato di numeri e concetti fondamentali della cultura ebraica, concernenti l’etica e la riqualificazione dell’uomo e dell’ambiente, attraverso un processo di permutazione (ghematrià). Anche le ultime sperimentazioni dell’artista, che riprendono una tecnica antichissima quale la fusione in bronzo a cera persa, si collegano alla  tradizione padovana del bronzetto e suggellano una particolare unione tra capacità tecnica e contenuto, nonché l’estensione di questo suo particolare linguaggio ad oggetti e a superfici in alluminio, con cui il fruitore può interagire, specchiarsi ed immergersi totalmente.

 

Le opere più recenti di Tobia Ravà riportano elementi archetipali della cultura ebraica e si sviluppano attraverso sequenze numeriche riferite ad un linguaggio cosmologico universale, poiché attraverso i concetti base della kabbalah (“tradizione” e anche “ricezione”, indica la tradizione mistica del pensiero ebraico), si può arrivare ad un percorso etico-filosofico, legato al pensiero di Itzachq Luria, al contempo antichissimo e moderno, per una nuova lettura in chiave etica dell’agire nel mondo contemporaneo. Partendo da studiosi di mistica, prende in considerazione alcune parole chiave del nostro linguaggio di cui spesso non si percepisce più, o non si conosce o riconosce, il significato più profondo. Illustrandone il loro uso nella tradizione mistica, indica la possibilità di percorrere in prima persona il cammino dell’interiorità, della saggezza, della beatitudine e dimostra che la mistica è di tutti, attraversa le epoche e le diverse culture.

 

A cura di Maria Luisa Trevisan e Sirio Luginbühl

Conferenza di Riccardo Calimani, su l' ebraicità di Gesù - Venezia, 17 XI 2013

Un'iniziativa congiunta da parte della Comunità Evangelica Luterana e il Segretariato delle Attività Ecumeniche, inaugura domenica 17 novembre alle ore 17, il XVII° ciclo del dialogo ebraico-cristiano sul tema "L'ebraicità di Gesù". Si inizierà con la prolusione di Riccardo Calimani "Gesù e Paolo: le origini ebraiche del cristianesimo".
L'incontro si terrà presso la sede della Comunità Evangelica Luterana a Venezia in Campo Ss. Apostoli 4448.

Appuntamento con illustri relatori a Milano

MILANO, domenica 17 novembre
riceviamo e con piacere inoltriamo l'invito della AME (Associazione Medica Ebraica per questo interessante appuntamento con illustri relatori come i Rav G. Laras e A. Steinberg.

Sottoscrivi questo feed RSS