Menu
Gualtiero Magnifico

Gualtiero Magnifico

URL del sito web:

Convegno Edipi- Torino di Gualtiero Magnifico

Innanzitutto confermo che il recente incontro Edipi di Torino, parafrasando il titolo "Felici in tempi infelici" è stato per noi un motivo di felicità, vedendo come differenti realtà Cristiane possano riunirsi sotto una stessa bandiera, quando si tratta di schierarsi dalla parte di ISRAELE.

Il punto un po' meno felice, è invece il dover constatare quanta distanza esista ancora oggi tra il mondo Cristiano, in particolare quello Evangelico, e il mondo Ebraico. Ma nonostante questo, riparafrasando ancora il versetto di Nehemia 8:10 " perché la gioia del Signore è la vostra forza" è bello scoprire in questi incontri, come la gioia di vedere e condividere due mondi apparentemente ancora troppo lontani, possa darci la forza di guardare avanti in modo positivo, perché alla fine, nonostante le difficoltà, il Signore sarà vittorioso e come spesso è stato sottolineato in questi incontri, dei due popoli se ne farà uno solo.

Anche le recenti vicende UNESCO, come ribadito, devono farci riflettere quanto il Signore è veramente vicino e quindi compito nostro è quello di intercedere per l'Italia e per il governo Italiano, affinché vengano fatti passi in favore di ISRAELE anche perché, come evidenziato, le disgrazie di Inghilterra e Stati Uniti, quando hanno deciso di ostacolare ISRAELE, devono farci aprire gli occhi e insegnarci qualcosa.

Gli invitati di rango, quali Mike Brown e Avner Boskey, hanno reso l'incontro molto accattivante sia per la loro simpatia e semplicità espositiva che per le loro competenze nello spiegarci tutti i perché riguardo ad Israele. Perché doverci schierare dalla loro parte, non perché lo dicono gli uomini ma perché lo dice Dio attraverso la Sua Parola. È giunto il momento di interpretare correttamente nella Bibbia quando Dio parla a Israele e quando invece si rivolge ai Gentili, a quel ramo selvatico innestato nell'olivo Giudeo, che purtroppo ancora troppo spesso si arroga il diritto di primogenitura che non gli appartiene in virtù di quella teoria della sostituzione che offusca le menti.

L'incontro ,svoltosi nella bella e funzionale cornice della Gospel House di Torino, è stato abilmente coordinato con delle originali sessioni musicali guidate dal Coro David e l'Arpa di Davide oltre agli intensi momenti di lode e adorazione abilmente guidati dai gruppi di Bedros e Rebekah e la band di Albino Montisci. Molto simpatica e coraggiosa l'esibizione canora del Senatore Lucio Malan.

Questo XV° Raduno Nazionale e I° Convegno giovanile Edipi ha lasciato a noi partecipanti un po' più "maturi" un compito ben preciso: trasmettere la verità ai nostri giovani troppo spesso assenti da questi scenari o addirittura schierati contro, in virtù di fuorvianti informazioni abilmente trasmesse dai media sempre più soggiogati da un mondo socio/politico/economico corrotto dal cosiddetto Dio denaro.

GIORNATA CULTURA EBRAICA MILANO 18 SETTEMBRE 2016

Shalom a tutti

Abbiamo partecipato come soci EDIPI alla Giornata di Cultura Ebraica tenutasi il 18 settembre a Milano, città capofila dell'evento. La partecipazione è stata numerosa e le conferenze, studi e dibattiti sul tema " Il potere della parola" hanno coinvolto in modo profondo tutti i partecipanti. Fin dal mattino, presso la Sinagoga Centrale di Milano, dopo l'apertura dell'evento, con il consueto saluto delle autorità, si sono intervallati sul palco i vari rappresentati delle varie autorità politiche (Ministro della Difesa On. Roberta Pinotti), religiose (Rav. Alfonso Arbib), culturali, che hanno portato il loro contributo sul tema oggetto della giornata. Presente in sala anche il Sindaco di Milano Giuseppe Sala Nell'intervallo di pranzo le attività si sono spostate poi presso la Residenza Anziani Arzaga con l'inaugurazione del Giardino della Salute "Healing Garden" a cura dell "'Associazione Volontariato Federica Sharon Biazzi Onlus" dove alcuni soci EDIPI presteranno prossimamente servizio di volontariato. Nel primo pomeriggio tutte le attività si sono poi trasferite presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, dove fino a tarda serata i partecipanti hanno potuto assistere ai vari incontri programmati quali: Parole tra fede amore e arte, Ridere in ebraico, Le parole ebraiche nell'arte, nella letteratura e nella Bibbia, Viaggio musicale semiserio fra i compositori ebrei del Musical del Novecento, La parola ebraica come potenziale di alleanza e infine Caffè Odessa un percorso musicale di canzoni ebraiche. Una giornata intensa ricca di avvenimenti che ha portato ad una profona riflessione sul significato e il potere della parola.

Shalom Ornella e Gualtiero Magnifico

A breve allegheremo alcune foto della giornata

Festa dei Tabernacoli – “Sukkot” 26/9 - 3/10/2015

La presenza dell’Italia all’annuale “Festa dei Tabernacoli” a Jerusalem, la città santa, è stata particolarmente rilevante.

Da più di 35 anni, durante la festa dei Tabernacoli, l’ Ambasciata Internazionale Cristiana di Gerusalemme lavora per rafforzare i legami tra ebrei e cristiani invitando delegati da tutto il mondo. Quest’anno la delegazione Italiana guidata da Antonio Rozzini, Presidente per l’Italia di ICEJ- International Christian Embassy Jerusalem e Pastore della Chiesa Cristiana Evangelica-ADI di Bergamo unitamente a Giovanni Apolinario e Cristiane Furioni, Pastori della Chiesa Cristiana Evangelica della Restaurazione di Peschiera del Garda, era formata da un numero cospicuo di 55 partecipanti più bambini.

Nel gruppo non potevano mancare i soci milanesi di Edipi.

La festa “Sukkot” in ebraico, ricorda il viaggio del popolo di Israele che liberato dalla schiavitù in Egitto, attraversa il deserto per raggiungere la terra promessa. La festa rimarca l’occasione per ringraziare Dio per i frutti che ha donato durante l’anno. La festa, chiamata anche “Festa delle Capanne” ricorda al popolo che viveva in capanne prima di arrivare alla terra promessa. In questo periodo, ebrei di tutto il mondo effettuano un pellegrinaggio al tempio di Gerusalemme.

Intere famiglie ebree che a qualsiasi ora del giorno e della notte si sono riversate sulle strade per stare insieme e andare al Tempio; alberghi gremiti maggiormente della loro presenza dovuta a questo magnifico evento. Non sono certo mancati dei bellissimi momenti di dialoghi e condivisione di canti ebraici insieme a famiglie ebree che hanno accolto ed apprezzato il nostro amore per loro. Più di 4000 evangelici hanno preso parte alla festa, provenienti da più di 80 paesi come Angola, Stati Uniti Inghilterra, Spagna, Brasile, Portogallo, Svizzera e molti altri; con il benestare del Primo ministro di Israele Benjamin Netanyahu ed il sindaco di Gerusalemme che hanno ringraziato tutti per l’amicizia e solidarientà.

Durante uno dei tanti workshop, tenutosi presso l’Arena di Gerusalemme, si è potuto incontrare il Pastore messianico Avi Mizrachi al quale è stato portato il saluto da parte di tutta l’associazione Edipi.

La festa ha avuto inizio a Ein Gedi nel deserto sulle coste del Mar Morto ed ha continuato nell’Arena di Gerusalemme, terminando con una imponente marcia per la pace che ha attraversato la zona moderna di Gerusalemme, dove i partecipanti hanno potuto esprimere il loro affetto al popolo ebraico che ha risposto numeroso. La guida locale Ebrea della delegazione, di nome Avi, discendente della famiglia di Core, è stata sensibilmente toccata dall’amore genuino trasmesso al suo popolo cosi tanto che alla fine ha partecipato attivamente alla marcia insieme al gruppo. Le forze dell’ordine si sono impegnate come sempre a garantire il regolare svolgimento della manifestazione e si sono lasciate coinvolgere dal calore e dalla gioia degli italiani, accolti con particolare entusiasmo.

 

I° CONVEGNO REGIONALE EDIPI LOMBARDIA 13 e 14 settembre 2014 a MILANO

Una realtà sorprendente che va sempre di più prendendo il giusto e necessario spazio, quella che ha visto Milano come luogo del I° Convegno Regionale EDIPI - Lombardia organizzato con la collaborazione della Chiesa Evangelica “La Grande Missione” ubicata a Milano in via Fleming, 8.

L’evento, dal titolo “Israele e la Chiesa”, si è svolto il 13 e 14 Settembre 2014 ed è nato da una accurata e costante sinergia tra i Pastori William Rivas e Galidia Rincon, della Chiesa Evangelica “La Grande Missione”, nei quali lo Spirito Santo aveva messo da tempo il grande desiderio di conoscere più approfonditamente il piano di Dio per Israele, e il Pastore Ivan Basana Presidente di EDIPI “ Evangelici d’Italia per Israele”.

La partecipazione del complesso musicale messianico "Bedros e Rebekah Nassanian del Ministero Gateways Beyon Geneva" ha coinvolto in vari momenti, tutta la chiesa rappresentata da diverse nazioni oltre all’Italia, in una meravigliosa lode con canti ebraici rivolti all’unico vero Yeshua Ha Mashiach.

A questo incontro hanno partecipato vari pastori, quali Corrado Maggia Pastore della chiesa di Biella, Egidio Ventura della chiesa di Torino, Andrea Tanda della chiesa di Gallarate, Katia Ottoboni della chiesa di Vigevano e Fabio Speri di Milano.

Dopo una breve introduzione di Laura Calasso sulla storia di EDIPI, durante la quale è stato spiegato come si è arrivati alla sua nascita, nonché gli scopi e le finalità del suo mandato, il Pastore Basana ha illustrato ai partecipanti la Storia antica e più recente del Movimento Messianico in Israele nonché l’attuale situazione delle Congregazioni, evidenziando sia un contesto di continui attacchi da parte della fazione ortodossa che, grazie anche all’aiuto dello stesso Governo, fa di tutto per poterli cacciare dai luoghi di riunione ottenendo le autorizzazioni per la chiusura dei loro locali, sia il continuo operato del Ministero della Difesa, volto a garantire la sicurezza dei suoi cittadini dai continui attacchi materiali sferrati da Hamas dalla striscia di Gaza

A questo ultimo riguardo è stato spiegato come i vari sistemi “IRON DOME” sono stati davvero provvidenziali e stupefacenti nel bloccare quasi tutti i missili lanciati da Gaza mentre quel poco che la tecnologia umana non è riuscita a controllare, è stato controllato dalla potente mano del Signore.

Inoltre è stata evidenziata l’importanza dei gemellaggi tra le Chiese Evangeliche e le Congregazioni Messianiche volti a far nascere proficui rapporti di collaborazione tra le chiese stesse consolidando nel tempo una fratellanza sempre più forte.

Il Pastore Basana e sua moglie Andie hanno anche illustrato il loro recentissimo viaggio in Israele durante il quale hanno visitato appunto le Congregazioni Messianiche, per portare un messaggio di incoraggiamento, contribuendo soprattutto in questi particolari momenti, alla continuità di quei sinceri rapporti necessari e indispensabili per una continua e proficua collaborazione.

Dopo un abbondante coffe-break offerto dai generosi fratelli della chiesa ospitante è seguito un interessante dibattito con varie domande del pubblico alle quali il Pastore Basana è sempre riuscito a rispondere in maniera esaustiva.

Con la proiezione di un filmato dal titolo “Camminando attraverso la Bibbia” realizzato in occasione di un viaggio in Israele organizzato da EDIPI nel 2008 e il generoso buffet offerto dalla chiesa ospitante, la serata di sabato 13 settembre si è conclusa, con uno splendido ed emozionante momento di lode e adorazione guidato dal complesso musicale messianico "Bedros e Rebekah Nassanian del Ministero Gateways Beyon Geneva"

La giornata di Domenica 14 settembre si è aperta sempre all’insegna della lode con il gruppo musicale messianico, seguita da alcune danze ebraiche presentate dal simpaticissimo gruppo di ballo “Le piccole danzatrici della Chiesa Grande Missione”

Successivamente il Pastore Corrado Maggia ha presentato il messaggio della Parola di Dio, portando l’esempio di due personaggi, quella del centurione romano in Luca 7:1-10 e della donna cananea in Matteo 15:21-28 evidenziando come due figure “ Gentili ” amassero Israele e avessero compreso che la salvezza veniva dal popolo Giudeo come scritto nei versi citati:

centurione in Luca 7:4 “ed essi presentatisi a Gesù lo pregavano dicendo: egli è degno che tu gli conceda questo perché AMA la nostra nazione ed è lui che ci ha EDIFICATO la sinagoga” donna cananea in Matteo 15:27 “ma ella disse: dici bene Signore eppure anche i cagnolini (quali il Signore li aveva definiti) mangiano le briciole (di pane) che cadono dalla tavola dei loro padroni” realizzando con queste semplici parole il primato del popolo eletto

La giornata secondo il programma si è conclusa intorno alle 13.00 non prima di aver sentito le conclusione del Pastore Basana sul cosa fare dopo essere stati partecipi a questo incontro, per fare in modo di non lasciarlo solo un caso isolato, ma piuttosto il principio di un lungo e proficuo filone. Ebbene la conclusione si riassume in “3P” ovvero:

Pregare p

er la pace di Jerusalem perché così facendo si otterrà l’evento tanto atteso del ritorno per i cristiani e la venuta per gli ebrei ortodossi di Yeshua. per toccare i cuori dei credenti affinché possano intendere il ruolo di Israele nel progetto di Dio La pace ed il benessere del mondo intero dipendono dalla pace di Jerusalem

Provvedere

perché la Parola di Dio ci insegna che dobbiamo offrire accoglienza incoraggiamento e aiuto materiale e spirituale al popolo ebreo e per primi gli ebrei messianici sostenendo anche l’ Aliyah ovvero il ritorno di questo popolo nella sua terra

Partecipare

perché adesso che abbiamo tolto la polvere o il velo su alcune pagine della Bibbia, quelle dove ovviamente Dio ci chiede di aiutare il Suo Popolo, non possiamo più rimanere neutrali o indifferenti ma dobbiamo assumere una posizione nei confronti di Israele, costi quel che costi, manifestando la ns. amicizia attraverso la nostra presenza, in occasione di :

feste ebraiche e manifestazioni per rendere accessibile al popolo di Israele il messaggio di Yeshua Ha Mashiach il Messia.

Convegni e raduni per stare uniti al mondo messianico volti a far riscoprire alla chiesa l’ebraicità di Gesù.

Gualtiero Magnifico e Ornella Calasso

Guarda fotogallery

Sottoscrivi questo feed RSS