In collaborazione con la Casa di Anne Frank di Amsterdam. Anne Frank, la biografia a fumetti. Edizioni Rizzoli Lizard.

È il 1918, e l’Europa esce a fatica dall’incubo della Prima guerra mondiale: un conflitto segnato dalle lotte di trincea, in cui più di nove milioni di soldati sono morti e circa ventuno milioni sono rimasti feriti. L’ebreo tedesco Otto Frank è tra i pochi “ fortunati” a tornare sano e salvo al proprio Paese, una Germania terribilmente provata dall’orrore appena trascorso e afflitta dal fardello dei pesanti risarcimenti di guerra. Ma la vita è fatta per continuare, e mentre l’assetto politico mondiale si assesta sui nuovi principi dettati dal conflitto, l’esistenza di milioni di individui riprende nel tentativo di annullare, giorno dopo giorno, il ricordo della violenza: è così anche per il tenente Frank e per la moglie Edith, che nel 1925 vivono il presente di una giovane coppia innamorata, la cui gioia potrà aumentare solo con la nascita di due splendide figlie. Nella solida famiglia Frank la dolce, pacata Margot e la più piccola e vivace Anne vivono dunque un’infanzia serena, nonostante gli intrecci della storia mondiale e gli effetti della politica nazionale rendano ogni giorno più difficile la vita di tutti. Anne è un’ignara bambina di tre anni quando il partito nszionslsocialista si fa seriamente strada nel Parlamento tedesco, e ne ha solo quattro quando Adolf Hitler viene nominato cancelliere. Non può ancora capire il nuovo incubo in cui lei e milioni di altri ebrei stanno per precipitare: l’incubo di una vita negata, della dignità fatta a pezzi e calpestata, l’orrore infinito della bestialità umana che giorno dopo giorno, ormai adolescente e costretta a nascondersi dai nazisti in un rifugio segreto, Anne descrive nel famoso diario che la renderà poi famosa come il più forte personaggio-simbolo della Shoah.

Gli autori di bestseller Sid Jacobson e Ernie Colón danno vita alla prima biografia ufficiale a fumetti della vittima del nazismo più nota al mondo: dalla vita dei genitori Edith e Otto ai primi anni di Anne a Francoforte, dall’ascesa del nazismo alla fuga dei Frank ad Amsterdam; e poi la guerra, i mesi passati nel rifugio segreto, il tradimento, l’arresto, la deportazione e la tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen; infine la testimonianza dell’unico sopravvissuto, il padre di Anne, sulla scoperta e la pubblicazione dello stupefacente diario della ragazza.