Eventi
Dialogo con l’autrice Patrizia Iob

Dialogo con l’autrice Patrizia Iob

Cari Amici, mi fa piacere inoltrarvi l’allegato invito alla presentazione di un libro che contiene un intero capitolo dedicato, con amore, ad Israele e in cui l’Autrice parla dei suoi viaggi nella “terra di latte e miele”. Nel suo insieme il libro è pieno di...

Shana Tova

Shana Tova

Probabilmente il 2021 /5781 non sarà certo facile, ma con ottimismo e perspicacia biblica ("Quelli che cercano il Signore comprendono ogni cosa"- Prov.28:5) dobbiamo continuare a sperare che “sia buono e dolce”. Ed è questo il nostro augurio ispirato dall’atrio di...

MUSANEWS

MUSANEWS

Appuntamenti con la cultura israeliana in Italia   Avishai Cohen al Giffoni Jazz Festival Borgo di Terravecchia (SA) 6 settembre Il musicista israeliano di fama mondiale Avishai Cohen torna a esibirsi live dopo lunghi mesi di assenza per la seconda edizione del...

XXI° Giornata Europea della Cultura Ebraica

XXI° Giornata Europea della Cultura Ebraica

COMINICATO EDIPI Domenica 6 settembre si celebrerà la XXI° Giornata Europea della Cultura Ebraica in 32 paesi dell'Europa e per l'Italia in ben 90 località diverse tra grandi e piccole. Roma sarà la città capofila sviluppando la tematica "PERCORSI EBRAICI". Sarà...

Archeologia
Le monete di Yavneh

Le monete di Yavneh

Una nuova scoperta archeologica vicino a Tel Aviv Ben 425 monete d'oro risalenti al IX secolo sono state portate alla luce in Israele grazie a un gruppo di ragazzi nell'ambito di un vasto progetto volto ad avvicinare i giovani alla storia, legato agli scavi presso...

Israele: scoperto deposito reale di 2700 anni fa

Israele: scoperto deposito reale di 2700 anni fa

(SDA-ATS) Un vasto deposito reale risalente a 2700 anni fa è stato scoperto a Gerusalemme, nel rione di Arnona a breve distanza dall'ambasciata degli Stati Uniti. Lo ha reso noto oggi l'Autorità israeliana delle antichità. All'interno di un edificio costruito con...

Qumran La tessera mancante

Qumran La tessera mancante

Tavola rotonda in occasione della prima presentazione mondiale della pubblicazione degli scavi alle grotte Qumran Cave 11Q: Archaeology and New Scroll Fragments info in pdf allegato QumranLaTesseraMancante  

Aggiornamenti di Archeologia

Aggiornamenti di Archeologia

Anche se pur deluso per la mancata conferma del viaggio EDIPI di archeologia biblica, Dan Bahat continua a segnalarci le novità archeologiche di Israele. L'ultima scoperta riguarda una chiesa bizantina del VI secolo. I resti di una maestosa chiesa bizantina del VI...

Attualità
Anniversario della liberazione di Roma dallo Stato Pontificio

Anniversario della liberazione di Roma dallo Stato Pontificio

Riportiamo il discorso pronunciato domenica in modalità telematica dall'Ambasciatore di Israele in Italia, Dror Eydar, al convegno che si è tenuto a Saluzzo in occasione del 150esimo della Presa di Porta Pia. Amiche e amici carissimi, Gentili Autorità presenti, Grazie...

Revive Israel – Gli uomini neri assassinati

Revive Israel – Gli uomini neri assassinati

Una delle grandi tragedie che la società moderna deve affrontare è il numero di uomini neri assassinati. Sebbene i numeri sarebbero ovviamente molto più grandi nel continente africano a causa della popolazione molto più numerosa, la tragedia sociale e il conflitto...

Ambasciate a Gerusalemme

Ambasciate a Gerusalemme

La normalizzazione dei rapporti tra Serbia e Kosovo non costituisce soltanto un altro successo della diplomazia americana; un successo che mette sempre più in evidenza la contraddizione tra la capacità USA di continuare a svolgere un ruolo decisivo nel quadro...

Le previsioni sulle elezioni Usa – Moked

Le previsioni sulle elezioni Usa – Moked

Come avviene ogni volta che si approssimano le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, si moltiplicano le previsioni sul loro esito, previsioni talvolta dettate dal desiderio, più o meno consapevole, di proiettare sugli schieramenti politici americani le simpatie o...

Resoconti e Testimonianze
Beit Netanel – Settembre 2020

Beit Netanel – Settembre 2020

II Timoteo 4:2 -predica la parola, insisti in ogni occasione favorevole e sfavorevole, convinci, rimprovera, esorta con ogni tipo di insegnamento e pazienza. Shalom e un caloroso saluto da un posto sereno e tranquillo- Israele. Durante questo periodo, in cui tante...

ECI Bollettino mensile – Settembre 2020

ECI Bollettino mensile – Settembre 2020

Coalizione Europea per Israele Bollettino mensile – Settembre 2020 Navigare (e prosperare) in tempi di crisi Guardando indietro agli ultimi diciassette anni di attività di ECI, nulla è paragonabile agli ultimi sei mesi in termini di complessità e sfide, poiché ci...

Gli ebrei nella cultura e nell’arte italiana

Gli ebrei nella cultura e nell’arte italiana

Gli ebrei nella cultura e nell’arte italiana” è il titolo del nuovo dossier che propone una raccolta di lezioni registrate, testi e riferimenti bibliografici per raccontare come nel corso dei secoli gli ebrei siano stati protagonisti attivi non soltanto della loro...

XXI Giornata della Cultura Ebraica

XXI Giornata della Cultura Ebraica

Scritto da PASQUALE RINELI un piccolo componimento poetico in occasione della XXI Giornata della Cultura Ebraica SEMPRE NEL CUORE Un bel mattin di sabato Cantava un usignolo Gli occhi inumiditi Rivolti al monte Sion. Il canto era preghiera Di un sogno mai finito Di...

Recensioni

I soldati delle parole

I soldati delle parole

Recensione di Diego Gabutti Come fermare la mano del terrorista prima che prema il grilletto o tagli la gola del suo prigioniero? Trattando, naturalmente, anche se trattare non ha sempre funzionato, e nell’epoca del jihadismo, del terrorismo suicida e delle ideologie...

Tutto sul kibbutz

Tutto sul kibbutz

Analisi di Giuliana Iurlano Tra le numerose esperienze comunitarie che sono state ideate e realizzate nell’Ottocento e nei primi anni del Novecento in Europa e, soprattutto, negli Stati Uniti – si pensi, solo per fare qualche esempio, alla comunità di Oneida o...

Libia ebraica, memoria e identità

Libia ebraica, memoria e identità

Recensione di Giorgia Greco Scrittori e saggisti hanno raccontato nel corso degli ultimi anni la tragedia della cacciata degli ebrei dai loro paesi d’origine, Egitto, Libia, Iraq, ricostruendo le vicende storiche che hanno portato molte famiglie ebree a ricominciare...

Spinoza: quando la filosofia inventò la libertà

Spinoza: quando la filosofia inventò la libertà

Commento di Eleonora Barbieri A volte basta un Ventennio per cambiare la storia di un Paese, ed è quello che è successo in Olanda, fra il 1648 e il 1672, l'epoca della ware vrijheid, la «vera libertà»: la guerra con la Spagna era finalmente conclusa, le diverse...

Rassegna Stampa

I batteri potrebbero rivelarsi la chiave per curare il coronavirus e altri virus. È quanto affermano i ricercatori del Weizmann Institute of Science che hanno identificato le molecole che i batteri producono per proteggersi quando sono attaccati da virus.

Secondo il team di ricercatori le molecole prodotte sinteticamente avranno la stessa capacità di combattere i virus se introdotte in cellule umane infette. La teoria è in fase di test sul tessuto umano in laboratorio.

La società farmaceutica israeliana, Pantheon Biosciences, ha già concesso in licenza i diritti per lo sviluppo di farmaci antivirali sulla base del risultato. La ricerca di Weizmann è stata sottoposta a peer review e pubblicata mercoledì sulla rivista Nature.

"La nostra scoperta potrebbe portare a farmaci che curano vari virus e fornire una soluzione alla prossima pandemia, o forse anche a questa", ha affermato il coordinatore dello studio Rotem Sorek, del Dipartimento di genetica molecolare di Weizmann.

Gli studi condotti nell'ultimo decennio da Sorek, così come quelli di altri scienziati, hanno rivelato che i batteri hanno un sistema immunitario altamente sofisticato, nonostante le loro dimensioni microscopiche. In particolare, sono attrezzati per combattere i fagi - virus che infettano i batteri.

Il team di Sorek ha scoperto che la viperina, un enzima noto per far parte del sistema immunitario dei mammiferi, compresi gli esseri umani, fa anche parte del sistema immunitario dei batteri.

Il ricercatore israeliano ha quindi spiegato: “Abbiamo scoperto che uno dei modi in cui i batteri combattono i virus è che la viperina produca composti antivirali, che sono piccole molecole che inibiscono la replicazione di un virus all'interno dei batteri. Il meccanismo con cui bloccano la replicazione del virus potrebbe, crediamo, bloccare anche la replicazione dei virus che ci infettano. Questo non è stato ancora verificato, ma stiamo attualmente testando se funziona.

Il suo team ha scoperto i composti durante un progetto di ricerca più ampio che ha coinvolto l'analisi di circa 100.000 batteri. Analizzando la sequenza genetica di 100.000 batteri, è stato scoperto che alcune centinaia codificano la viperina e sono state individuate le molecole antivirali che vengono prodotte.

Il prof. Sorek non ha trovato un solo tipo di molecole ma una famiglia di molecole e quindi diverse molecole possono essere utilizzate per combattere diversi virus.

Ha infine affermato: "Speriamo che questo sia solo l'inizio, che apra ad una nuova area di ricerca che vede più molecole antivirali presenti nei batteri e che potrebbero essere adottate come nuovi farmaci contro i virus".
... See MoreSee Less

View on Facebook

FACEVA SPIONAGGIO PER HEZBOLLAH, ARRESTATA UNA ARABA ISRAELIANA DI GERUSALEMME EST

Le autorità israeliane hanno arrestato il mese scorso una palestinese residente a Gerusalemme Est che faceva attività di spionaggio per Hezbollah. Yasmin Jaber è sospettata di “reclutamento di civili palestinesi e israeliani per compiere attacchi terroristici in Israele” ha dichiarato lo Shin Bet. La biblioteca nazionale dell’università ebraica di Gerusalemme nella quale Jaber era impiegata, ha espresso grande costernazione per le accuse mosse alla ragazza. Secondo i servizi segreti israeliani Hezbollah effettuava i suoi reclutamenti durante visite apparentemente innocue in Libano, per non destare sospetti gli operatori come Jaber incontravano i loro superiori in paesi terzi come Turchia e per le comunicazioni brevi inviavano messaggi in codice attraverso i social media come Instagram.
... See MoreSee Less

View on Facebook

SONDAGGIO CHOC IN USA: IL 63% DEI GIOVANI IGNORA LA SHOAH | di Monica Ricci Sargentini

Se il mondo dimentica la Shoah. Ogni 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria per commemorare le vittime del genocidio compiuto dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Eppure negli Stati Uniti un sondaggio rivela che il 63% dei giovani americani ignora che sei milioni di ebrei furono uccisi durante l’Olocausto. Peggio ancora: uno su dieci crede che la Shoah sia stata provocata dagli ebrei stessi. È una doccia fredda che dovrebbe farci molto riflettere.

La ricerca, condotta per la prima volta in tutti e 50 gli Stati americani, prende in esame le persone tra i 18 e i 38 anni. I risultati sono agghiaccianti. Quasi la metà (il 48%) degli interpellati non conosce nemmeno il nome di un campo di concentramento mentre il 23% pensa che l’Olocausto sia un mito o che, come minimo, sia stato ingigantito. Il 12%, invece, non ne ha mai sentito parlare.

Sono dati che testimoniano come il negazionismo e l’antisemitismo siano diffusi negli Stati Uniti. Il 56% dei partecipanti ha dichiarato di aver visto simboli nazisti sui social media o nei messaggi scambiati all’interno delle proprie comunità. Un fenomeno che, silenziosamente, dilaga anche in Italia dove, per esempio, nelle chat di classe delle medie e persino delle elementari girano sticker (adesivi virtuali)con la faccia di Hitler. Qui l’Olocausto diventa un videogioco e i sei milioni di ebrei un trofeo. I ragazzi non capiscono l’enormità di quello che vedono e pian piano si assuefanno. «Questo sondaggio evidenzia come i sopravvissuti debbano continuare a raccontare le loro storie» ha spiegato Gideon Taylor, presidente della Conference on Jewish Material Claims Against Germani che ha commissionato la ricerca. Ricordare l’orrore perché non si ripeta. Mai come oggi abbiamo bisogno di Storia.

Testo | Corriere della Sera

#Shoah #memoria #sondaggio #giovani #negazionismo #antisemitismo
... See MoreSee Less

View on Facebook
View on Facebook