Menu

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 181

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/libraries/cms/application/site.php on line 272

EC4I - Comunicato Stampa- Le nazioni finanziatrici avviano un processo di revisione sui testi scolastici palestinesi dopo le diffuse critiche sull’incitamento all’odio ed alla radicalizzazione dei programmi scolastici

Londra, 15 agosto 2018 – La comunità internazionale, guidata dalla Commissione Europea, avvia un processo di revisione dei libri di testo palestinesi dopo la rivelazione che il nuovo programma scolastico, introdotto nell’autunno scorso, non prepara gli studenti palestinesi alla pace ed alla coesistenza con gli israeliani, ma piuttosto all’odio ed al radicalismo. Degli esempi concreti di incitamento all’odio presenti nei libri scolastici sono stati presentati a numerosi governi nazionali trai quali a quelli di Londra, Bruxelles ed Helsinki, all’inizio del corrente anno, ed hanno suscitato l’attenzione di media internazionali. Sia in Finlandia che in Gran Bretagna gli esempi di odio…
Leggi tutto...

Israele - Legge/Stato

Di seguito riportiamo alcuni articoli che commentano la questione della Legge/Stato emanata in Israele il mese scorso Israele Stato nazionale ebraico. Una legge importante di Giorgio Sacerdoti, giurista Israele e la crisi per la Legge sullo Stato Nazione: tre aspetti da distinguere di Giovanni Quer Una legge importante e positiva che proclama lo Stato nazionale del popolo ebraico e per questo fa infuriare i nemici di Israele di Ugo Volli
Leggi tutto...

Ahed Tamimi: da Pallywood a Hollywood?

di Paolo Farina Il 30 dicembre 2012 Erdogan (Primo Ministro della Turchia) ha incontrato Ahed Tamimi, allora tredicenne, a Şanlıurfa capoluogo dell’anonima provincia, che conta circa 450.000 abitanti di diverse etnie: curdi, turchi e arabi. Fino all’inizio del secolo la popolazione della città era per un terzo costituita da cristiani, soprattutto armeni, decimati dal genocidio del 1915-16 o emigrati per non essere decimati. Ahed assieme alla madre Neriman Tamimi ha fatto colazione in albergo con Erdogan e dopo averci parlato, l’allora Primo Ministro oggi Presidente ha elargito alcuni regali sia a lei, sia alla famiglia. “L’attrice”, protagonista di molti filmati…
Leggi tutto...

Flottiglia per Gaza

Flottiglia per Gaza: una messinscena che serve solo a rinforzare il terrorismo palestinese Una flottiglia che cerca solo di permettere agli assassini di avere accesso alle armi e i sindaci che sono solidali con questa complicità di Ugo Volli Flottiglia per Gaza: una messa in scena che serve solo a rinforzare il terrorismo palestinese. Ci sono molti tipi di assassini. Fra le altre possibili classificazioni, è bene distinguere fra coloro che uccidono sapendo di commettere un atto gravissimo e colpevole, ma lo fanno lo stesso per odio, interesse, rabbia, e coloro che invece pretendono di compiere un atto meritorio uccidendo…
Leggi tutto...

News letter da Amzi 27 luglio 2018

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica a Israele amzi, 27 luglio 2018 1. Una vera esperienza di fede 2. Quando la vita dà dei limoni 3. Definire la questione con Gesù 4.Link settimanale/Appuntamenti/ formulari d’ordine 1. Una vera esperienza di fede Lechlcha Team, Ramat Gan/ Il 15 luglio abbiamo concluso il nostro 25 esimo corso di discepolato! È stata una vera esperienza di fede attraverso la quale sia noi collaboratori sia gli studenti abbiamo potuto riflettere sulla nostra vocazione da un punto di vista personale e collettivo. In qualità di membro o partecipante di…
Leggi tutto...

Orban a Netanyahu: 'Gli ebrei sono sicuri oggi in Ungheria'

Commento di Deborah Fait "L'antisemitismo aumenta nell'Europa occidentale, diminuisce nell'Europa dell'Est" Queste le parole pronunciate da Viktor Orban, Primo Ministro ungherese, prima di incontrare Benjamin Netanyahu. La visita di Orban in Israele ha suscitato violente reazioni contro la politica, definita razzista, del premier ungherese ma quelli che protestano non riescono a capire la tela, delicata come la seta, che Netanyahu sta tessendo nel mondo. Israele ha perso definitivamente l'Europa occidentale, almeno per il momento, l'odio antiebraico, grazie alle sinistre, è cresciuto in modo esponenziale e molto pericoloso. Una politica svedese, candidata del Partito femminista, attivista pro-palestinese, ha appena dichiarato che…

Attacchi continui da Gaza su Israele Breaking News, di Vito Anav

Allarmi antimissili sono risuonati nel pomeriggio di ieri nella Regione di Eshkol. Un colpo di mortaio, sparato dai terroristi di Hamas dalla Striscia di Gaza , e` scoppiato vicino ad una stalla in un Kibbutz della Regione. Rispondendo al fuoco, un carrarmato di IDF ha sparato su una postazione di Hamas nella Striscia distruggendola. Fino ad ora si contano nelle zone israeliani limitrofe alla Striscia di Gaza 14 incendi, alcuni ancora in corso di spegnimento. Nella prima serata il Ministro della Difesa Lieberman si e` consultato con Capo di Stato Maggiore, con Comandante Intelligence militare, con il Comandante del Comando…
Leggi tutto...

Commento al libro " Sta Scritto "

DI Pasquale Rineli: Durante uno dei suoi innumerevoli discorsi Gandhi disse grossomodo : " Quando l'umanità intera avrà compreso pienamente il Sermone del Monte e si deciderà a metterlo in pratica nella vita di ogni giorno allora potremo parlare veramente di fratellanza universale ". Gandhi, come si sa era di credo Indù eppure aveva fede nelle parole pronunciate secoli prima da un Ebreo. Non ci deve stupire più di tanto quindi se un Evangelico e un Ebreo hanno dato origine a degli spunti di meditazione di brani delle Sacre Scritture, considerate da entrambi gli Autori la sola e vera Parola…
Leggi tutto...

Israele-Gaza, la ricostruzione dei missili lanciati da Hamas

Israele, Gaza, Hamas e missili. Sono i quattro protagonisti di un fine settimana di paura per i cittadini israeliani che vivono nel sud del paese, costretti a convivere sotto la pressione del lancio di missili sparati da Hamas. Dalla Striscia, infatti, solo nel fine settimana scorso, sono stati lanciati circa 130 missili contro il territorio israeliano. Gli abitanti della città e dei villaggi nella parte meridionale dello Stato ebraico sono stati costretti a tenersi a 15 secondi dai rifugi, il tempo massimo per potersi mettere in salvo. Eshkol, Kisufim, Sderot, Nir Am, zona industriale di Ashkelon sono state fatte oggetto…
Leggi tutto...

La Francia sul ring contro Israele

Analisi di Manfred Gerstenfeld (Traduzione di Angelo Pezzana) Le relazioni tra Francia e Israele sono state per decenni ambivalenti e complesse. Tra le più rilevanti, quella dell’attuale governo francese, il cui comportamento sembra voler fare un occhio nero a Israele. Il presidente Emmanuel Macron è apparentemente un tipo nuovo di francese. Ha raggiunto la presidenza senza essere passato tra le file di un partito politico esistente. È un politico gentile e intelligente, con un'istruzione eccellente, una prospettiva internazionale, molte idee e buone relazioni pubbliche. Tuttavia, l'analisi deve concentrarsi sui fatti e non sulle parole. Un buon punto di partenza sono…

Perché Israele non si libera di Hamas con un’operazione militare?

Di Ugo Volli L’ondata di attacchi con razzi e mortai che Hamas ha compito contro Israele fra sabato e domenica sembra essersi conclusa in una fragile tregua, ma già sono partiti nuovi proiettili, vi sono stati nuovi lanci di palloni incendiari e Israele ha reagito con contrattacchi dell’aeronautica o di droni. Il capo di Hamas ha minacciato aggressioni “più intense”. E Netanyahu e Lieberman hanno ammonito che il cessate il fuoco non significa tolleranza per gli attacchi incendiari e che Hamas pagherà il prezzo delle sue azioni. Israele però in tutta questa faccenda ha mostrato molta moderazione. Non ha cercato…
Leggi tutto...

“Via gli ebrei dalla Germania”. Una ondata di attacchi antisemiti sciocca il paese

Aggressioni a rabbini, giovani con la kippà, professori israeliani di Giulio Meotti ROMA - E' sulla Faz di questa settimana che Michael Hanfeld ha denunciato l'assuefazione tedesca all'antisemitismo: "Nel fine settimana a Berlino, un ebreo è stato picchiato da un gruppo di persone perché indossava una collana con la stella di David. La polizia ha arrestato sette uomini e tre donne, siriani. La vittima ha subìto una lacerazione alla testa. L'atto non ha smosso molti sentimenti. Dopo l'attacco lanciato da due giovani, a Prenzlauer Berg, su un diciannovenne a metà aprile, duemilacinquecento persone si sono ritrovate per la marcia di…

News letter da Amzi 28 giugno 2018

Mail di preghiera e informazione della amzi associazione per la testimonianza messianica a Israele amzi, 28. giugno 2018 1. Fra poco si parte! 2. Apertura verso la buona novella 3. La nuda verità 4.Link settimanale/Appuntamenti/ formulari d’ordine 1. Fra poco si parte! /Hatim & Renate Jiryis, Chiesa cristiana libera, Tarshiha Di recente un uomo ha raccontato di esser un cattolico normale, single con un paio di problemi che gli provocano dolori al cuore. Sei mesi fa, di giorno stava seduto da solo a casa sua quando Gesù lo ha toccato profondamente con la sua luce meravigliosa. Alcuni giorni dopo stava…
Leggi tutto...

Gli accademici italiani alla corte di Hezbollah

La recente visita da parte di una delegazione italiana di accademici alla corte di Hezbollah in Libano,che è da più parti considerata un’organizzazione terroristica. Che cosa ne ne pensano i nostri ministeri dell'Istruzione degli Esteri? È con viva preoccupazione che abbiamo appreso della recente visita da parte di una delegazione italiana di accademici alla corte di Hezbollah in Libano. La notizia è stata divulgata nel corso di un telegiornale trasmesso da Al Manar, l’emittente di Hezbollah, e il commento del conduttore durante il servizio video fornisce sufficienti informazioni sui contenuti dell’incontro svoltosi a Beirut tra lo Sheikh Ali Rizq, Capo…

Israele: pericolo a nord

Breaking News, di Vito Anav La TV di Stato Siriana ha comunicato ieri sera (domenica) alle ore 22:00 che aerei israeliani hanno attaccato la base aerea T4 ad oriente di Homs. FONTI MILITARI ISRAELIANE NON SI PRONUNCIANO. La TV di Stato Siriana ha dichiarato, che alcuni missili aria terra hanno colpito l'area della base aerea presidiata dalle forze iraniane (e da cui era partito alcune settimane fa il drone diretto verso Israele e poi abbattuto). Continua a leggere su informazione corretta
Leggi tutto...

Alcune prospettive dopo la visita di Kurz in Israele

Analisi di Manfred Gerstenfeld (Traduzione di Angelo Pezzana) Troppo poca attenzione è stata dedicata all'importanza della prima visita in Israele del Cancelliere austriaco Sebastian Kurz . Questo politico trentunenne è il leader del Partito popolare austriaco di centro (ÖVP). Se le sue dichiarazioni e azioni fossero condivise da tutti i capi di stato o premier europei in visita, Israele avrebbe notevolmente migliorato le relazioni con l'Unione europea. A Yad Vashem Kurz ha ammesso la pesante responsabilità dell'Austria e degli Austriaci per i "vergognosi crimini commessi durante la Shoah". Ha anche fatto una visita privata al Muro Occidentale. Il populista Freedom…
Leggi tutto...

Perché Francesco se la prende con Israele

Il Papa critica aspramente le decisioni del governo dello Stato ebraico. È il segnale di uno scontro di potere in atto in Vaticano sulla politica mediorientale. di Alessandro Meluzzi Papa Bergoglio ha riservato parole molto severe verso la politica di Israele. In verità, lo Stato ebraico non è citato esplicitamente ma si parla di atteggiamenti e di occupazioni territoriali di popoli, che riteniamo essere palestinesi, che per il papa sembrerebbero sommamente ingiuste. Trattasi probabilmente di una tra le dichiarazioni più severe dai tempi di Monsignor Capucci e Paolo VI, dopo un lungo periodo in cui la politica dello Stato d'Israele…
Leggi tutto...

Bambini palestinesi e siriani curati gratis in Israele

Qualche notizia che difficilmente troverete sui mass-media internazionali Bambini palestinesi e siriani curati gratis in Israele, e il giornalista giordano che dice: Magari le galere arabe fossero come i penitenziari israeliani Un gruppo di medici israeliani che ha salvato migliaia di bambini cardiopatici sia palestinesi che di altri 57 paesi è stato insignito la scorsa settimana alle Nazioni Unite dell’UN Population Award per il salvataggio di giovani vite, in particolare nei paesi devastati dalla guerra e in via di sviluppo. “La nostra attività è internazionale, non politica e non religiosa” ha affermato Sion Houri, co-fondatore dell’organizzazione “Save a Child’s Heart”…
Leggi tutto...

Negoziati indiretti" tra Hamas e Israele

ROMA – Da qualche giorno proseguirebbero negoziati indiretti tra i leader di Hamas e del governo israeliano, mediati dal Qatar e dall’Egitto, per trovare una soluzione alla crisi di Gaza. A confermarlo all’agenzia di stampa cinese ‘Xinhua’, l’Inviato speciale delle Nazioni Unite per Gaza, il qatarino Muhammad al-Amadi, il quale ha aggiunto che “gli Stati Uniti sono al corrente” dei negoziati. La notizia circolava sulla stampa mediorientale già da qualche giorno in modo ufficioso. I colloqui punterebbero a porre fine al blocco commerciale imposto da Israele su Gaza nel 2007 e all’implementazione di un cessate il fuoco. Da fine marzo,…
Leggi tutto...

Revive Israel :Sana Tensione Tra i Leaders | Cosa Arriva Prima Del Risveglio

Sana Tensione Tra i Leaders In ogni gruppo dirigente c'è sempre un livello di tensione. Tutti noi abbiamo doni, passioni e modi diversi con cui pensiamo che le cose dovrebbero essere fatte. Eppure Dio ci ha progettati in questo modo per crescere nell'amore e nell'umiltà (Ef 4: 2). Naturalmente, questo è vero per un gruppo di 5 membri del ministero, secondo Efesini 4:11. Ecco come potrebbe sembrare una conversazione semplificata tra i cinque ministri che lavorano insieme per guidare un ministero : Apostolo: "Ci siamo riuniti per la nostra visione mensile e per l'incontro di pianificazione, voglio sentire cosa c'è…
Leggi tutto...