Menu

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 181

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/nd2y2e14/edipi.net/libraries/cms/application/site.php on line 272

Como: Archeologia Bibilica con l'archeologo Dan Bahat e viaggio in Israele

Como, sabato 14 novembre 2015: "L'archeologia biblica di Gerusalemme" oratore sarà Dan Bahat.

Difronte al furto della cultura ebraica che l'Unesco ha recentemente perpetrato con l'ufficializzazione della Tomba di Rachele e quella dei Patriarchi, come parti integranti della cosidetta "palestina", riconoscendoli come siti islamici e non più ebraici, EDIPI ha pensato di organizzare una giornata intera di archeologia biblica con un oratore che non ha bisogno di presentazioni: Dan Bahat!

Sabato 14 novembre in collaborazione con la chiesa evangelica di Como del pastore Gianni Digiandomenico (peraltro socio fondatore di EDIPI) si svilupperà l'argomento di Gerusalemme Archeologica in risposta anche al subdolo tentativo promosso all'Unesco con una mozione tendente a far passare anche il Muro del Pianto come parte archeologica della Moschea di Al Aqsa.

La giornata prevede in mattinata, dalle 10:00 alle 13:00, il tema di Gerusalemme nell'Antico Testamento e al pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00 il periodo del Nuovo Testamento.

Nell'occasione verrà presentato il viaggio di archeologia biblica che EDIPI ha in programma di organizzare nel aprile/maggio 2016 proprio con Dan Bahat in veste di guida.

Il programma è in fase di definizione e verrà ufficializzato durante il XIV° Raduno Nazionale EDIPI di Caserta del 27-29 novembre 2015. Orientativamente Dan Baht ha proposto una settimana intera a Gerusalemme articolata in 6 tappe giornaliere:

1° giorno: la città di Davide;

2° giorno: Monte Zion, la Cittadella e Primo Muro;

3° giorno: Secondo Muro, Porta di Damasco, Garden Tomb, Area Archeologica dell' Ecole Biblique con le tombe del 1° Tempio;

4° giorno: Area Archeologica del Quartiere Cristiano;

5° giorno: Monte degli Ulivi e Valle del Cedron;

6° giorno: Spianata del Tempio, Muro del Pianto e Tunnel.

Il viaggio comprende altri due giorni destinati agli arrivi e partenze e il tempo libero per gli acquisti.

Per informazioni sul viaggio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3475788106.

Per l'incontro di Como: 3421518368

 

 

Leggi tutto...

Villaggio dei Giovani Sionisti Goldstein di Gerusalemme

Nel recente viaggio in Israele, il ns. presidente con la moglie Andie ha fatto visita al Villaggio dei Giovani Sionisti Goldstein di Gerusalemme. Si tratta veramente di un'opera quanto mai meritoria finalizzata all'inserimento di giovani in età scolare (dagli 11 ai 18 anni) che intendono fare aliyà da famiglie forse troppo assimilate e riluttanti nel farla. Attualmente risiedono stabilmente 350 ragazzi e vivono come in un kibbutz; altri 250 usufruiscono della struttura per un servizio scolastico di altissima qualità e non vi risiedono. All'età di 18 anni decidono quindi se fare il militare acquisendo la cittadinanza israeliana o se ritornare alle famiglie di origine.

Benefattori e filantropi italiani hanno sostenuto fin dall'inizio questa particolare istituzione in particolare Giulio Caprioli e il dr. Franco Lenghi, entrambi di Brescia, segnalati con un cippo marmoreo commemorativo oltre a Fernanda Shapira e Guido Jarach della comunità ebraica di Milano a cui è dedicata l'ala musicale del villaggio. Inoltre il Centro Culturale è intitolatoato a Luigi Einaudi. I colloqui con il direttore Cohen hanno permesso di formalizzare l'interesse iniziale di scambi culturali in particolare musicali tra giovani italiani e israeliani. Il progetto è in fase di definizione. Abbiamo avuto la possibilità di intervistare 4 ragazzi ebrei originari da paesi dell'ex Unione Sovietica (Georgia, Russia, Ukraina ed Uzbekistan) che ci hanno raccontato la loro giornata tra studio (sanno almeno 3 lingue) sport (nuoto, scherma, pallamano, basket ecc.) e attività culturali (musica, canto, danza, recitazione, pittura ecc.). Pensiamo che incentivare l'incontro tra giovani italiani delle ns. chiese e questi giovani, sia quanto mai utile per incentivare la reciproca crescita e l'amore per Israele.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.hava.org.il

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Gallerie