L’autrice presenta un campo di indagine indirizzato verso la riappropriazione della radice ebraica del cristianesimo.
Uno degli aspetti fondamentali affrontati è il problema della giudaizzazione. Spesso infatti nelle chiese serpeggia il timore che la riappropriazione ebraica del Vangelo conduca alla giudaizzazione dei cristiani. Questo testo evidenzia che giudaizzare NON significa incoraggiare i credenti del Nuovo Testamento ad investigare l’ebraicità della loro fede. 
Inoltre l’autrice analizza il movimento messianico come un movimento di congregazioni ebraiche che riconoscono in Yeshùa, Gesù, il Messia ebreo di Israele (di cui rendono testimonianza la Legge di Mosé ed i Profeti), e che riconoscono la responsabilità del Patto nella vita ebraica e l’identità radicata nella Torà, espressa nelle tradizioni, rinnovata e applicata nel contesto del Nuovo Patto.

 

INDICE:
5 Presentazione 
6 Introduzione 
9 Il Giudaismo messianico: le ragioni di una scelta 
11 Il Giudaismo messianico: alcune definizioni 
13 Ges in ebraico: Yèshu o Yeshùa? 
18 Identità ebraica e fede in Ges: un contrasto inconciliabile ? 
22 Un nuovo interesse nelle Case Editrici evangeliche italiane: il caso di “Tradito!” 
29 Ulf Eckman: Ebrei, popolo del futuro 
32 Willem J.J. Glashouwer: Perchè Israele ? 
36 Il movimento messianico e quello cristiano sionista 
42 EDIPI: Evangelici d’Italia per Israele 
53 David Stern: Ristabilire l’ebraicità del Vangelo 
59 Uno sguardo al futuro 
61 Conclusione 
62 Libri consigliati