Seleziona una pagina

Il 10 e l’11 novembre 2018 si è svolto a Firenze il XXIX Congresso della Federazione delle Associazioni Italia Israele.

Tra i vari interventi, c’è stato quello del_rappresentante in Italia del KKL signor Sergio Castelbolognesi  Il Keren Kayemeth LeIsrael è la più antica organizzazione ecologica al  mondo. Fondata nel 1901, da oltre un secolo la sua missione è lo sviluppo, la bonifica e il rimboschimento della Terra di Israele. Il suo know-how e lo sfruttamento delle risorse esistenti hanno trasformato zone desertiche in meravigliose terre  verdi

https://www.kklitalia.it/

Il signor Castelbolognesi che ci ha comunicato molte cose interessanti tra cui quelle che riporto qui di  seguito. Oggi in Israele ci sono 160 mila ettari di boschi. Alla nascita dello stato, il Paese era desertico per il 70% Israele ha una fattiva collaborazione con Paesi che hanno parti rilevanti del loro territorio con deserti estesi con la finalità di aiutarli ad avere risultati agricoli migliori. Dalla nascita del KKL , sono stati piantati 250 milioni di alberi.

Israele è l’unico Paese al mondo ad avere più alberi di quando è nato 110 milioni di tonnellate di anidride carbonica catturati. Più di 220 bacini idrici nel Paese. 80% di acque reflue sono recuperate ed usate  in agricoltura. Sono stati bonificati fiumi e corsi d’acqua abbandonati , ristabilendo flora e fauna.

Il lago Hula https://new.goisrael.com/it/article/1273

è uno dei dieci principali siti di birdwatching del mondo ed è stato proposto come sito del  Patrimonio dell’Umanità.  Il KKL collabora con FAO e ONU per migliorare la possibilità di aumentare la produzione agricola.

Recentemente sono state piantate 27 querce in ricordo dei 27 magistrati italiani uccisi da terrorismo e mafia. In nessun Paese sono stati uccisi così tanti magistrati ed Israele è l’unico Paese al  mondo ad averli ricordati in questo modo! E’ stata dedicata una foresta al Cardinale Martini, grande amico d’Israele. 

Per i progetti del KKL potete visitare

https://www.kklitalia.it/progetti/ 

E’ stata dedicata una pista ciclabile di 14 km nella foresta di  Haruvithhttps

www.kklitalia.it/2018/03/haruvit-pista-ciclabile-israele-onore-gino-bartali/ in onore del Giusto tra le Nazioni Giulio Bartali

Dal KKL vengono tenuti corsi di formazione e approfondimento per i giovani che vivono in città periferiche. Rifugi mobili in Golan per salvare i civili a nascondersi velocemente durante i bombardamenti da Gaza

www.kklitalia.it/progetti/emergenza-golan-rifugi-mobili-del-kkl-salvare-civili/

Nuove opportunità alle giovani coppie che si occupano di agricoltura.  Nel corso degli anni, il KKL ha reso possibile la realizzazione di numerosi progetti volti a far crescere e prosperare questa comunità che vive al confine del deserto. Questi prevedono la preparazione di  terreni per la costruzione di case e per la coltivazione agricola, le serre, i campi sportivi e le iniziative turistiche. Inoltre, è stata realizzata un’infrastruttura per impedire che potenti alluvioni improvvise distruggano l’area

https://www.kklitalia.it/progetti/paran/

Spazi verdi e sicuri nelle vicinanze delle scuole al confine con Gaza  attrezzati con rifugi sicuri. L’Ospedale Alyn di Gerusalemme è il più importante Centro di Riabilitazione pediatrico e per adolescenti in Israele: una delle più autorevoli strutture mondiali per la riabilitazione attiva ed > intensiva dei bambini disabili che soffrono di una vasta gamma di affezioni congenite, per postumi di incidenti stradali, domestici, di attentati terroristici e ciò indipendentemente dalla loro origine etnica o credo religioso. L’area verde del reparto di fisioterapia e  terapia occupazionale è stato trasformato, grazie al sostegno del KKL, in una vera e propria palestra a cielo aperto dove i pazienti potranno migliorare le loro abilità attraverso diverse attività, tra cui anche il giardinaggio, superando alcuni ostacoli che si troveranno ad affrontare poi, una volta dimessi https://www.kklitalia.it/progetti/alyn/ 

Questa paginetta è il risultato dei miei appunti durante la conferenza del signor Castelbolognesi. Non ha certo pretese letterarie, ma spero  che chiunque la riceva, voglia inoltrarla al maggior numero di persone  per far conoscere una parte del tanto di positivo che c’è in questo  tanto ingiustamente vituperato Paese.

  Relazione di Chicca Scarabello di KKL