Menu

Gerusalemme: l'analisi impeccabile

Gerusalemme: l'analisi impeccabile

Fiamma Nirenstein, l'unico esempio oggi di giornalismo responsabile

La frenetica opposizione alla possibilità che Trump decida di riconoscere Gerusalemme come capitale o persino di trasferirvi l'ambasciata non è di principio come vuole apparire, e neanche religiosa come Erdogan contrabbanda nei suoi discorsi più da capo della Fratelli musulmani che da presidente turco, tanto meno risponde alla preoccupazione che scoppi un inferno. È un omaggio alla più vieta delegittimazione d'Israele, col solito coro inclusa l'Europa, come se non fosse ovvio che è la capitale. L'ultima minaccia di un inferno è di ieri sera, quando Abu Mazen ha parlato al telefono con Trump, ma oltre a signora mia cosa ci combina, si devono essere detti molte cose e forse non tutte negative.

Continua a leggere su IC

Ultima modifica ilMercoledì, 06 Dicembre 2017 13:11
Torna in alto