×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 107
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 99
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 100
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 104
JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 111
Menu

Israele si libera dalla schiavitù del gas d'Egitto di Fiamma Nirenstein

A una novantina di km da Haifa è cominciata sabato una rivoluzionedestinata a fare onde altissime. Sotto il livello del mare, in un tubodel diametro di 45 centimetri e lungo 150 chilometri, scorre verso ilporto israeliano di Ashdod, a partire da una piattaforma alta 290 metridel peso di 34mila tonnellate, dopo una fatica di 4 anni, una quantitàenorme di gas naturale che modificherà tutti gli attuali equilibrienergetici.Sono 250 milioni di metri cubi di gas naturale contenuti nella riservamarina di Tamar a circa 80 chilometri dalla costa israeliana, e ildoppio ce n’è in quella adiacente di Leviathan, a cui Israele stalavorando.…

Con EDIPI a Torino: un week-end all'insegna di Israele

Nel prossimo week-end a Torino, Israele sarà il protagonista per il XII° Raduno Nazionale di Evangelici d'Italia per Israele. Per l'occasione il pittore torinese Ferruccio D'Angelo (in allegato c.v.) ha preparato una locandina debitamente firmata autografa e a disposizione dei partecipanti. Allegato c'è il curriculum artistico dell'autore. Si inizierà alla sera di venerdì 5 aprile con il corso di Israelologia tenuto dal prof. Rinaldo Diprose. Continuerà anche per tutta la mattinata del sabato sucessivo analizzando il collegamento e l'interazione tra la Chiesa e Israele, attualizzando le analisi e considerazioni anche su fatti ed eventi di drammatica attualità. Il pomeriggio di…
Leggi tutto...

29 marzo 1516, a Venezia nasce il primo ghetto ebreo - Di Enrico Silvestri

Questo anniversario è stato ricordato dalla sezione veneta di EDIPI nel 2006 (490° anniversario) con una giornata di preghiera e richiesta di perdono a Dio finalizzata alla rimozione del contenzioso spirituale territoriale. Per il 2016, 500° anniversario c'è il progetto di realizzare il XV° Raduno EDIPI sull'argomento. Il 29 marzo 1516 il senato veneto obbligò gli ebrei a vivere in unquartiere dotato di due porte, aperte al mattino e chiuse la sera. Lazona ospitava una fonderia, da qui il termine "geto", presto adottato inmolte altre città italiane ed europee. Sconfitta da Napoleone, laSerenissima fu poi anche la prima nel 1797…
Leggi tutto...

RIFLESSIONI SU UN VIAGGIO AD AUSCHWITZ di Claudio Groppi

per gentile concessione di Claudio Groppi Premessa: Nel Gennaio del 2011 ho partecipato come insegnante ad un progetto patrocinato dalla “Fondazione ex campo di concentramento di Fossoli” (www.fondazionefossoli.org ) denominato “Un treno per Auschwitz”. Ogni anno ciascuna delle sessanta scuole superiori di Modena e provincia invia dieci studenti ed un insegnante in Polonia, in occasione del “giorno della memoria”, stabilito dalla comunità internazionale per il 27 Gennaio, per commemorare il giorno in cui le truppe sovietiche varcarono i cancelli del più tristemente famoso campo di sterminio. Il viaggio si svolge in treno, partendo da Carpi, città nei pressi di cui…
Leggi tutto...

Hag Pesach Sameach! Buona Pasqua!

Ricordiamo che come ogni anno il gruppo di EDIPI di Padova celebra la Pasqua con la Comunità Ebraica padovana durante il Seder del 25 marzo. In questa occasione il pastore Ivan Basana illustrerà al rabbino capo della sinagoga di Padova Adolfo Locci, il programma del XII° Raduno Nazionale EDIPI di Torino. Hag Pesach Sameach! Buona Pasqua! Questa sera milioni di ebrei festeggeranno la Pasqua con un pasto tradizionale, Seder. Ma, purtroppo, la maggior parte di loro non vedrà parallelismo tra l'Agnello pasquale e il Messia Yeshua ... non ancora ... Il Seder è pieno di simbolismo, ombra delle cose future…
Leggi tutto...

Orban, il “nemico” ungherese creato dall’Unione Europea di STEFANO MAGNI

Vi segnaliamo questo articolo di Stefano Magni sottolinendo il tempismo con cui EDIPI ha colto il problema e la contraddizione. Il XII° Raduno Nazionale EDIPI di Torino affronterà infatti questo problema quanto mai attuale e che coinvolge quanti contrastando Israele non si sentano comunque antisemiti: dall'antisemitismo all'antisionismo! La notizia è di quelle che provocano terremoti. Nel cuore dell’Europa, in un Paese membro dell’Ue, un governo assegna tre premi a tre razzisti e antisemiti dichiarati. Stiamo parlando, manco a dirlo, dell’Ungheria. Il governo del conservatore Viktor Orbàn, ormai, pare divertirsi a violare sistematicamente tutte le regole del politicamente corretto. E così…

Padova - Incontro speciale alla sede Edipi

Netanyahu ha risposto Le cose sono andate così. Dopo il voltafaccia fatto dal governo italiano nell'approvazione del voto sulla "Palestina" come membro osservatore dell'Onu, vigliaccata compiuta motu proprio dall'attuale Presidente "tecnico" del Consiglio, Mario Monti, con la tutela del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e l'approvazione del leader della sinistra, Pier Luigi Bersani, la delusione e l'amarezza erano aggravate in me dalle critiche che in quei giorni la stampa nazionale rivolgeva al Premier dello Stato d'Israele, Benjamin Netanyahu, per il modo in cui aveva temporaneamente risolto la questione dei missili che Hamas dalla striscia di Gaza faceva piovere sul territorio…
Leggi tutto...

News da Beit Emanuel - Purim

Cari Amici In tutte le generazioni esistono coloro che desiderano distruggere il popolo Ebraico ha dichiarato Benjamin Natanyahu recentemente in un messaggio di purim. In questa generazione prosegue, viviamo in un’era benedetta perché v’è uno Stato Ebraico in grado di difendere il popolo Ebraico. Purim ammonisce noi tutti, donne e uomini affinché intraprendessimo azioni capaci di salvaguardarci. E non solo lasciare che gli eventi prendano il loro corso. Non possiamo aspettare passivamente qualche intervento divino. Questo è il messaggio nel libro di Ester. Purim è una garanzia che la mano divina interverrà per rovesciare i tavoli dei nemici di Israele,…
Leggi tutto...

Resoconto del corso di Israeologia

Resoconto sul corso di Israelologia Si è tenuto nella bellissima Campania il 16 febbraio 2013 presso il Centro Uria di Giugliano (Napoli), il corso di Israelologia, tenuto dal prof. Rinaldo Diprose. È stata una sessione di studio intensiva. Si è cominciato alle ore 9,30 fino alle 18,30. Il pranzo, eccellente e gustoso, preparato con amore e sollecitudine dai fratelli del Centro Uria, ha interrotto il corso, che è stata ripreso subito nel primo pomeriggio. I partecipanti, provenienti, oltre che dalla Campania, anche da altre regioni di Italia, hanno mostrato grande coinvolgimento ed interesse per il prezioso argomento trattato. Il professore…
Leggi tutto...

La Shoa nella poesia ebraica. Di Rivka Miriam

  • Scritto da
HO SLACCIATO I BOTTONI DELLA MIA VESTE di Rivka Miriam Allora, ho slacciato i bottoni della mia veste e ho partorito mia figlia. Otto morti ritti intorno a me mi incitavano in silenzio. E io ho partorito mia figlia. Il sangue era trasparente e copioso un impalpabile flusso di stoffa mi avvolgeva. Otto morti dal ventre gonfio agonizzavano al mio fianco. Un uomo alto e folle correva e gridava, correva e gridava. Il giorno si spegneva a poco a poco e la notte non veniva. Il giorno colava dentro di me come un fiotto di sabbia. Otto morti abbandonati frugavano…

La Shoa nella poesia ebraica. Di Meir Wieseltier

  • Scritto da
PAPA’ E MAMMA SONO ANDATI AL CINEMA, ILANA SIEDE DA SOLA IN POLTRONA E GUARDA UN LIBRO GRIGIO. di Meir Wieseltier Lei sfoglia: zii nudi corrono così nudi e magri, e anche zie, con il culetto di fuori e gente in pigiama come a teatro e stelle di Davide di stoffa. E tutti sono così brutti e magri, gli occhi grandi come i polli. È terribilmente strano e tanto grigio. E Ilana ha i pastelli rossi, blu, verdi, gialli e rosa. Allora va nella sua cameretta, prende tutte le belle matite e con grande passione disegna a tutti quanti occhiali…

La Shoa nella poesia ebraica. Di Avner Treinin

  • Scritto da
LA VESTE DEL PRIGIONIERO di Avner Treinin E non lo invidiarono i fratelli per la veste a strisce, di cui furono abbigliati anch’essi una volta scesi dai treni. Egli non fece sogni né li interpretò e dal covone non si erse, né mancò il capretto quando bagnarono la veste nel sangue. E il padre non la riconobbe ché molti figli ebbe in tarda età; solo mormorò “una bestia feroce” e a vederli non tornò.

La Shoah nella poesia ebraica. Di Dan Pagis

  • Scritto da
SCRITTO A MATITA NEL VAGONE PIOMBATO di Dan Pagis Qui, in questo carico ci sono io Eva con Abele mio figlio. Se vedete il mio figlio maggiore Caino figlio di Adamo ditegli che io … Traduzione di Maria Luisa Mayer Modena

La Shoa

LA SHOAH. Shoah è una parola ebraica che proviene dalla Bibbia. La ritroviamo più volte nel Libro di Giobbe, dove assume il significato di “ catastrofe” e “distruzione”. Anticamente gli Ebrei erano soliti racchiudere in questo vocabolo, definizioni come sconfitte, devastazioni, angosce, distruzioni, terribili accadimenti. A partire dal secondo conflitto mondiale questo lemma ha assunto un significato meno approssimativo e più confacente. Con esso si vuole indicare la persecuzione del popolo ebraico durante il nazismo. Gradualmente ha cominciato a circolare nel lessico fino ad affermarsi nel frasario comune, prima in Israele e successivamente in altre nazioni. Olocausto, in Italia, è…
Leggi tutto...

Resoconto riunione soci Edipi Scandicci (Fi) 19-20 gennaio 2013

Conviviale ed articolata in ben due giornate la riunione soci annuale e programmatica di Edipi per il 2013.Una ventina i soci in rappresentanza di varie regioni d'Italia (Veneto, Emilia Romagna, Sicilia, Toscana, Lombardia, Campania e Piemonte). Tra gli argomenti all'ordine del giorno l'organizzazione del Convegno nazionale Edipi 2013 che si svolgerà a Torino il 6-7 aprile ospiti della comunità ebraica di Torino che ha espressamente rivolto l'invito ad Edipi. Titolo del Convegno “Dall'antisemitismo all' antisionismo”. I relatori che interverranno apparterranno sia al mondo ebraico che evangelico e si alterneranno dialetticamente in un confronto fondato sul diritto biblico di Israele ad…
Leggi tutto...

Le Comunità Israeliane di Giudea e Samaria - Interviste a David Cassuto e Yisrael Medad

Di Giovanni Quer per IC Dossier Le Comunità Israeliane di Giudea e Samaria In seguito alla Guerra di Indipendenza 1948-1949, la Giordania occupa e annette le regioni fi Giudea, Samaria e Gerusalemme Est. La Lega Araba e l’ONU condannarono l’annessione per le mire espansionistiche della Giordania.• Con l’occupazione giordana, le comunità ebraiche di lunga data (Nablus, Hebron, Gerusalemme) e di più recente formazione (kibbutzim e moshavim fondati a fine ‘800 e durante il Mandato Britannico) vengono espulse.• La Giordania rinomina Giudea e Samaria come “West Bank”, per differenziarle dalla “East Bank”, che corrisponde al Regno di Giordania secondo la divisione…

Israele, gli Ebrei e l'Antisemitismo

Israele, gli Ebrei e l'Antisemitismo Siamo la generazione della memoria. Su di noi è ricaduta la responsabilità di non dimenticare. A più di sessant'anni circa dall'apertura dei cancelli di Auschwitz, emblema del male assoluto che la barbarie umana ha realizzato in nome dell'ideologia, scomparendo i sopravvissuti allo sterminio ,incombe su di noi il dovere di ricordare e di trasmettere alle generazioni future il senso profondo del far memoria sulla tragedia della Shoah. L'Istituzione del Giorno della memoria per ricordare la tragedia della Shoah che colpì, annientandoli sei milioni di ebrei europei, ci obbliga a non dimenticare. Oltre la banalità della…
Leggi tutto...

Caltagirone: Giorno della Memoria 27 gennaio 2013

Il fratello Angelo Lodetti ha condiviso con noi alcune foto della Giornata della Memoria a Caltagirone dove il comune ha dedicato una via ed una targa nel quartiere ebraico cacciato con l'editto della regina Isabella diSpagna 1492. Le foto sono in allegato.La n°2 è il momento della preghiera del KADDISH. P.S: Angelo Lodetti è stato uno dei fondatori di EDIPI e per i primi anni ha rivestito la carica di vicepresidente. Foto di Benedetta La Cara Oltre Lodetti era presente anche l'Ass. Bnei Efraim, di seguito un resoconto della Nazzarena Condemi. Il giorno 27 gennaio scorso siamo stati invitati come…
Leggi tutto...

Comunicato Stampa del EC4I - Il ricordo dell’olocausto diventa un evento ufficiale del parlamento europeo

Il ricordo dell’olocausto diventa un evento ufficiale del parlamento europeo
- Il presidente del parlamento dichiara che non c’è posto per l’antisemitismo nell’ unione europea Bruxelles, 23 gennaio 2013 – tutto cominciò nove anni fa, nel gennaio 2005, quando la Coalizione Europea per Israele, insieme al parlamentare europeo Hannu Takkula, organizzarono il primo giorno della memoria nel parlamento europeo di Bruxelles, per onorare le vittime dell’olocausto. Martedì sera il presidente del parlamento Martin Schulz ha annunciato che il giorno internazionale della memoria è stato dichiarato come un’attività ufficiale del parlamento europeo e che sarà celebrato sempre, indipendentemente da chiunque sia…
Leggi tutto...

TU BISHVAT E IL GIORNO DELLA MEMORIA L’UOMO: UN ALBERO CHE DEVE RICORDARE…

Il 27 Gennaio, come ogni anno, ricorre il "Giorno della Memoria", un evento che ricorda lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico nei campi nazisti. Lo scopo di tante iniziative è soprattutto quello di conservare nel futuro la memoria di un tragico periodo della storia, italiana ed europea, con la speranza che simili eventi non possano mai più accadere. Quest’anno, le iniziative che commemorano questo giorno così importante coincidono con la festività ebraica di Tu Bishvàt, Rosh Hashanà Lailanòt, ossia il Capodanno degli alberi. Secondo il calendario ebraico, Tu Bishvàt (metà mese di Shevàt) che cade il giorno 15…
Leggi tutto...